Feštinsko kraljevstvo

Feštinsko kraljevstvo

Feštini - Žminj
+385 91 561 63 27
info@sige.hr

Temperatura

13 - 15 C

Un po’ di storia

La grotta fu scoperta negli anni ’30 del secolo scorso, quando Tone Božac, noto “Frajtar”, durante le operazioni di messa a dimora del proprio vigneto, scoprì casualmente una cavità ipogea.

Mentre scavava un buco per piantarvi un nuovo tralcio di vite, infatti, perse il “pikun” (piccone) che venne risucchiato all’interno della grotta. Lì per lì Tone non capì cosa rappresentasse quel “buco”, e decise di ricoprirlo con della terra per evitare che qualcuno, cadendoci, potesse farsi male. Ma non ci riuscì, perché la terra, invece di ricoprire il fosso colmandolo, vi sprofondava dentro. Gli anni passarono e nessuno capì mai che cosa si nascondesse sotto la vigna di “barba” Tone Frajtar.

Durante gli anni dell’occupazione italiana dell’Istria, i paesani decisero di verificare che cosa nascondesse quel fosso, alla ricerca di un rifugio sicuro in previsione degli imminenti pericoli bellici. Rimossa la terra dal fosso, s’aprì finalmente l’accesso alla grotta. La meraviglia dei presenti fu tanta; nessuno poté credere ai propri occhi nel vedere che cosa nascondeva il sottosuolo del paese.

I bambini dei paesi vicini furono tra i primi a visitare la grotta, ed alla domanda dei loro genitori che volevano sapere dove fossero stati, rispondevano che avevano visitato “il reame”. Ecco perché la grotta tutt’oggi si chiama  “Feštinsko kraljevstvo”, cioè “Il regno di Feštini”.

Durante gli anni bui della Seconda guerra mondiale, il paese di Feštini fu colpito da una grande tragedia: tutti gli adulti maschi del paese furono uccisi! L’unico superstite fu il figlio di Tone “Frajtar”, Josip “Bepo” Božac, scampato all’eccidio perché nascostosi dentro la grotta!

Tra le mille vicende legate alla grotta, ve n’è anche una tragicomica. Un piccolo asinello irrequieto, che per i contadini d’allora valeva tanto oro quanto pesava, giocherellando nei pressi della grotta, vi cadde dentro. Per fortuna non si fece nulla, a parte lo spavento. Impegnati ad estrarlo dal profondo della grotta, i paesani scherzavano dicendo che l’asinello era andato a far visita “al reame”.

Otvoreno za posjete

Radno vrijeme:

travanj, svibanj, listopad:

subotom, nedjeljom i praznicima: 10 - 18h
ostalim danima: uz prethodnu najavu

lipanj - rujan:

svaki dan 10 - 18 sati

saznaj više...

Zaštita prirode Natura Histrica
 
Nike Air Max 90 Fireflies,NIKE AIR MAX 90 MID,NIKE AIR MAX 95,NIKE AIR MAX 95 CHAUSSURES,NIKE AIR MAX MOTION LW,NIKE AIR MAX TAILWIND 8